Pubblicato il 10/08/2018

I nuovi modelli Junghans MEGA

Gli orologi Junghans con un battito di stile in più

Assoluta novità mondiale, a luglio 2018 Junghans presenta i suoi nuovi orologi, la collezione Junghans MEGA. Una linea di segnatempo che esalta la semplicità e la precisione, che ritroviamo sia nel design che nella meccanica.

La particolarità della collezione è che si tratta dei primi orologi radiocontrollati Junghans, su cui è montato il nuovo movimento J101. La messa a punto del J101 è il frutto di 30 anni di esperienza di Junghans nel settore delle tecnologie radio e c'è voluto un lavoro di sviluppo di oltre 4 anni e possiamo dire che il risultato ripaga assolutamente l'impegno!

La collezione Junghans MEGA si divide in due, proponendo da una parte la versione MEGA degli orologi Max Bill mentre dall'altra degli Junghans Meister. 

Il concept degli orologi Max Bill di Junghans MEGA

Lui è Max Bill, tedesco di nascita e poliedrico artista che ha operato in numerosi campi come quello del design, dell'architettura, della pittura, della scultura e della grafica. Allievo di artisti del calibro di Vasily Kandinsky e Paul Klee, Bill è conosciuto principalmente per la sua partecipazione al Bauhaus, l'iconica scuola di architettura, arte e design tedesca. 

Max Bill diceva di "essere ossessionato dall'idea di creare misuratori del tempo belli e precisi", e Junghans ha reso tutto ciò possibile!

Per comprendere meglio il concept che anima gli orologi Junghans Max Bill MEGA bisogna sapere che la filosofia del Bauhaus prevede che la funzione non venga mai tralasciata in favore della forma, e che quest'ultima sia essenziale. Per il Bauhaus un oggetto ben riuscito nasceva dall'unione di arte, artigianato e tecnologia.

La collezione di orologi Max Bill di Junghans trae ispirazione dall'operato dell'eclettico designer ed esprime tutti i concetti che il Maestro amava riportare nei propri bozzetti: precisione, rigore, sobrietà. I segnatempo sono stati prodotti a partire dai disegni di Bill e il design è rimasto invariato fino al 1961; anche in questi Junghans MEGA è forte il legame con la tradizione, leggermente rivisitata per adattarsi al meglio ai polsi moderni.

Bill amava la precisione e oggi sarebbe fiero dei segnatempo a lui dedicati: tramite il suo collegamento radio con i misuratori del tempo più affidabili al mondo, questi orologi visualizzano sempre l'orario esatto, il tutto nella forma più pura e più chiara.

In questi orologi Junghans MEGA tutta la struttura del quadrante è concepita per onorare la filosofia di Max Bill fino all'ultimo dettaglio: ad esempio le lancette e gli indici, entrambi dallo stile minimalista, sono ordinate in modo tale che ogni elemento abbia posizione, lunghezza e funzione esatte. 

Orologi Junghans Meister MEGA: un vero capolavoro

Meister è una parola tedesca che significa mastro, campione, maestro. Un nome più che calzante per la collezione di orologi Junghans Meister, nata all'inizio degli anni '30 e affermatasi tra il grande pubblico tra gli anni '50 e '60 del secolo scorso. In quel periodo, a Schramberg – la terra natale di Junghans – furono sviluppati numerosi calibri e i migliori vengono utilizzati ancora oggi negli orologi Meister.

La collezione Junghans Meister MEGA mette in comunicazione il design dell'orologio tradizionale con gli accenti della modernità, offrendo un connubio di eleganza classica e tecnologia innovativa. Un orologio progettato direttamente dai designer di Schramberg, il cui meccanismo è stato sviluppato nei laboratori tecnici interni a Junghans.

L'estetica dell'orologio è improntata alla tradizione della collezione Meister; un quadrante dalle proporzioni armoniche e dal design equilibrato accentua l'eleganza del segnatempo, oltre che ad aumentare la bellezza dell'orologio.

Junghans MEGA: gli orologi radiocontrollati Junghans

Alla ricerca della precisione estrema? Il nuovo meccanismo Junghans radiocontrollato si propone di offrirti proprio questo, con un meccanismo costituto da 146 componenti, tutte testate per soddisfare i criteri di precisione più rigidi.

Il meccanismo è stato testato su quasi 1500 punti di misurazione, ne è risultato che l'orario che viene ricevuto dal segnale radio ha uno scarto di soli 0,006 secondi nel corso di un milione di anni. E se anche lo Junghans MEGA si dovesse trovare al di fuori dell'area di ricezione, continuerebbe a funzionare automaticamente grazie al suo movimento al quarzo, anch'esso particolarmente preciso. 

Inoltre la tecnologia ITC (Intelligent Time Correction) fa un check 1440 volte al giorno, paragonando la posizione della lancetta dei secondi alle informazioni ricevute sull'ora esatta e correggendola se necessario: la precisione ha un nuovo nome ed è Junghans MEGA!